CAPITALISMO, RICERCA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE

CAPITALISMO, RICERCA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE

L’opinione pubblica italiana, europea e più in generale occidentale è mediamente abbastanza disinformata su temi di carattere scientifico, come ad esempio la sperimentazione animale dei farmaci.

Le argomentazioni degli oppositori di questa tecnica di ricerca sono varie: oltre a un’obiezione bioetica, cioè dell’opportunità o meno che l’uomo porti avanti le sue ricerche servendosi di animali come cavie, un fatto che, a loro detta, risulta essere un’ingiusta prevaricazione dell’essere umano su altri esseri viventi, vi sono vari altri argomenti più o meno dettati dalla disinformazione (spesso favorita dai media che, in modo del tutto antiscientifico, pubblicizzano pratiche di “medicina alternativa” o portano avanti inchieste senza capo né coda). Uno di questi è che nei laboratori italiani si pratichi la vivisezione, ossia la dissezione di animali vivi e coscienti a scopo di ricerca, praticata nei secoli scorsi e oggigiorno ormai “preistorica”.

Un altro argomento portato avanti da sedicenti anticapitalisti, grillini e complottisti vari, sarebbe quello che la sperimentazione animale sia solo un sopruso compiuto dalle multinazionali capitaliste dell’industria farmaceutica ai danni dei poveri topi.

La domanda che sorge spontanea è: la sperimentazione animale è un’esclusiva delle industrie capitaliste occidentali?

La risposta è NO. Dagli Stati Uniti capitalisti ci spostiamo a sud di qualche centinaio di chilometri e raggiungiamo Cuba, terra di socialismo reale e, checché ne dica la propaganda occidentalista, anche di scienza e di ricerca. Cuba infatti è un paese all’avanguardia per quanto riguarda il sistema sanitario e universitario. La mortalità infantile cubana ha raggiunto il 4,7 per mille nel 2013[1], meno degli Stati Uniti e di altri paesi occidentali e i laureati in medicina cubani sono stati 11000 nel 2011.[2]

Anche a Cuba si fa ricerca scientifica: ad esempio il Centro Cubano di Ingegneria Genetica ha prodotto il vaccino per l’epatite B e ha sintetizzato uno dei più importanti anticoagulanti per attacco cardiaco del mondo[3], senza contare numerose altre ricerche sul tumore al polmone, per il quale si sta sperimentando un vaccino, e su altre malattie. Tutte queste ricerche seguono il protocollo internazionale e utilizzano la sperimentazione animale, come dimostra un rapporto della Revista Cubana de Investigaciones Biomédicas.[4] Questo perché? Forse che Cuba, la terra della Rivoluzione e della resistenza all’imperialismo si è venduta a BigPharma? O forse più semplicemente la sperimentazione animale non è un vizio del capitalismo, è NECESSARIA per la ricerca? Infatti il governo cubano è attento anche alle tematiche ambientali e allo sviluppo sostenibile, come descrive un rapporto del CEPAL, la Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’America Latina[5], ed è impegnato anche nella tutela degli animali, avendo già da anni promulgato una legge per la protezione della fauna e degli animali da compagnia. Inoltre vi è il Centro di Sperimentazione con Animali da Laboratorio, che si occupa proprio di dare direttive agli istituti di ricerca,che insieme con i propri comitati etici, si impegnano a migliorare la pratica, per renderla meno gravosa per gli animali, e a fare ricerca su possibili metodi alternativi di sperimentazione.

Conclusione: la sperimentazione animale è necessaria, il razionalismo scientifico è alla base del pensiero socialista e tutta la retorica sul capitalismo che fa soffrire le bestiole è fuffa.

Compagni complottisti, non dimenticate che pioniere della trapiantologia fu un medico sovietico, Vladimir Demichov, il quale, grazie agli studi e agli esperimenti sugli animali, diede un forte impulso a una scienza che salva migliaia di vite e contribuì a portare in alto la fama della medicina sovietica.

 

HASTA EL RACIONALISMO CIENTÍFICO, SIEMPRE

 

 

[1] https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/rankorder/2091rank.html

 

 

[2] http://pl-it.prensa-latina.cu/index.php?option=com_content&view=article&id=1948:laureati-a-cuba-11000-medici-cubani-e-stranieri&opcion=pl-ver-noticia&catid=2&Itemid=203

 

 

[3] http://www.globalresearch.ca/cuba-versus-the-united-nations-on-genetic-engineering-and-biotechnogy-cuba-s-prohibition-of-cloning-technology/27265

 

 

[4] http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0864-03002002000400008

 

 

[5] http://www.cepal.org/publicaciones/xml/9/13229/lcarg749-09-chapter06.pdf

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...